images/finals_u15_foto.jpg
Finals 2021

Focus Finals U15: occhi sulle 14 protagoniste per lo Scudetto

Il prossimo 7 luglio prenderà il via il 17° Festival della Pallamano. In particolare occhi puntati sulle Finals U15 maschili e femminili. Sui campi di Riccione, Misano Adriatico e Rimini si sfideranno in tutto 25 squadre – 14 maschili e 11 femminili – che fino al 10 luglio si daranno battaglia per la conquista dello Scudetto di categoria.   

La FIGH garantirà la copertura in diretta, su YouTube (www.youtube.com/pallamanotvfigh) delle semifinali e delle finali in programma al Play Hall di Riccione, mentre per tutte le altre sfide sarà possibile seguire il live blog e l’evolversi di risultati e classifiche attraverso il sito ufficiale www.figh.it/finals-2021.

È però giunto il momento di presentare le formazioni protagoniste in Emilia-Romagna da mercoledì. Eccole, allora, le squadre una contro l’altra nelle Finals U15 maschili, introdotte dalle voci dei rispettivi allenatori.  

Girone A

Camerano U15M

QUI CAMERANO. Il tecnico Davide Campana: “Il nostro è un gruppo eterogeneo sotto l'aspetto anagrafico, ma ricchissimo di talenti. Nell'ultimo anno si è creata una bellissima alchimia sotto l'aspetto emozionale, ma anche dove i ragazzi hanno iniziato a vivere la pallamano in maniera importante. Come ogni gruppo della nostra società i ragazzi hanno avuto la possibilità di allenarsi per tutto l'anno, questo probabilmente ha fatto sì che il gruppo si sia fortificato e in maniera naturale abbia iniziato a proporre una discreta pallamano. Non abbiamo obiettivi prefissati, ma saremmo felici di poterci giocare il girone a viso aperto magari conquistando un buon piazzamento. Sappiamo benissimo che arrivare alla fine sarà un percorso arduo, ma la volontà di fare bella figura c'è. Arriviamo con un buon stato di forma, i ragazzi soprattutto negli ultimi due mesi hanno lavorato con costanza e duramente. Spero che queste Finals, come per le ragazze, possano ancora di più migliorarci non solo sotto l'aspetto sportivo ma soprattutto emozionale”. 

Silvi U15M

QUI SILVI. Il tecnico Gabriele D’Elia: “Andremo a Misano Adriatico al termine di un percorso iniziato il 24 agosto scorso. I ragazzi hanno fatto grandi sacrifici e vinto inaspettatamente, ma con merito, la fase regionale. Siamo consapevoli dei nostri limiti, ma faremo il possibile per dare del filo da torcere ai nostri avversari. Affronteremo compagini di prim'ordine e sappiamo che non concederanno nulla: Camerano, Medicea e Derthona sono squadre molto insidiose. Tuttavia siamo qui per goderci il più possibile questa esperienza: le Finals sono sempre importanti per la crescita dei ragazzi, se riuscissimo a fare qualche scalpo ne saremo felici, ma essere arrivati a questo punto, tra le prime 14 d'Italia, è già una gran soddisfazione”. 

Derthona U15M

QUI DERTHONA. L’allenatrice Pernille Nystrup: “Arriviamo a queste Finals con tanto entusiasmo e con il massimo della serenità, consapevoli che c’è tanta strada da fare. Ci metteremo in gioco al massimo delle nostre possibilità. Affronteremo gli amici del Camerano, squadra con alcune individualità importanti, mentre sappiamo poco delle altre due squadre. Sarà comunque un girone equilibrato”. 

Nel Girone A anche la formazione toscana della Medicea. 

Girone B

Malo U15M

QUI MALO. Il tecnico Mario Murino: “Queste Finals sono una ventata di aria fresca, una nuova generazione che si affaccia sul panorama nazionale. Essendo per questo gruppo la prima apparizione alle Finals mancano dei riferimenti con cui valutare le nostre possibilità in termini di risultato. Però i ragazzi si sono allenati bene e molti hanno ben chiaro che sarà l'occasione per misurare l'impegno che hanno messo nella stagione. Le sensazioni dello staff sono positive, noi siamo abituati a non sottovalutare nessuno ma sicuramente anche a non temere nessuno. Nel girone troviamo Trieste che è una bella squadra con cui abbiamo già giocato, Ariosto Ferrara e Verdeazzurro. La tensione è alta, ma la fame e la gioia di poter giocare un torneo importante sono superiori e ci aiuteranno a gestirla. La storia di questa squadra parte da Misano Adriatico, ora sta a noi scrivere le pagine”.

Trieste U15M

QUI TRIESTE. Il tecnico Claudio Schina: “È stata ovviamente, causa i problemi sanitari, una stagione difficile, ma siamo riusciti sempre a portare i ragazzi in palestra e a qualificarsi per le Finals. Andiamo a Misano Adriatico al completo, con l'obiettivo di fare meglio possibile e soprattutto di raggiungere gli obiettivi di miglioramento tecnico che ci siamo prefissati ad inizio stagione, pronti a confrontarci ora con le migliori realtà nazionali di categoria”. 

Verdeazzurro U15M

QUI VERDEAZZURRO. L’allenatrice Patrizia Canu: “Queste Finals sono il giusto premio per i nostri ragazzi, in un anno così difficile. Un premio per la loro resilienza, e questo deve restare. Siamo al secondo anno di attività e ancora dobbiamo aspettare per essere competitivi. Ma io ho vista lunga e tra questi ragazzi più d'uno, fra qualche anno, ci farà divertire sul serio. Purtroppo i veri allenatori della nostra U15, Delogu e Venerdini, non sono potuti partire per motivi di lavoro. Ma i ragazzi faranno tutto il possibile per farli divertire, anche a distanza. È merito loro se siamo riusciti a salvare l’U15. Gli avversari sono tutti di valore e di grande tradizione. Ma noi siamo tutti U15, siamo consapevoli che abbiamo grandi margini di crescita. E scenderemo in campo decisi a dare tutto”.

Ferrara U15M

QUI ARIOSTO FERRARA. L’allenatrice Stefania Puddu: “Si è giunti alla fase conclusiva di un campionato U15 molto combattuto che ha visto i nostri atleti coinvolti in gare di grande crescita, con un livello generale uniforme evidenziato dagli stessi risultati. Ci aspettiamo un’esperienza che coroni la crescita individuale e di gruppo di ogni singolo, frutto di un lavoro iniziato solamente due stagioni fa. I ragazzi sono motivati e gli allenamenti sono stati svolti con continuità durante la stagione sportiva, includendo sia le vacanze invernali che il primo periodo estivo. Gli stessi hanno affrontato con grande determinazione e serietà gli impegni presi a settembre. Le prossime Finals saranno condizionate in particolar modo da temperature elevate che metteranno a dura prova il gioco. Il girone è composto da squadre con una tradizione pallamanistica molto solida: Trieste, Malo e Verdeazzurro sono tre squadre che non conosciamo proprio perché non le abbiamo mai incontrate in nessuna gara. Sarà una sorpresa”. 

Girone C

Cassano U15M

QUI CASSANO MAGNAGO. Il tecnico Ardian Iballi: “Siamo contenti di esserci qualificatI e poter giocare questa manifestazione per competere con le squadre più forti d'Italia. È stata una stagione con molti alti e bassi in cui, a parte  settembre e ottobre, siamo stati fermi fino a febbraio. Questo ovviamente non ha giovato ai ragazzi perché a questa età è importante allenarsi costantemente. Nonostante ciò abbiamo disputato le gare del campionato vincendole e siamo pronti per Misano Adriatico dove mi aspetto che i ragazzi si confrontino al meglio contro le migliori squadre e soprattutto che si divertano dopo una stagione condizionata dal Covid-19. Non nascondiamo la voglia di poter competere e vincere il più possibile e perché no anche arrivare fino in fondo”. 

Cologne U15M

QUI COLOGNE. Il tecnico Gaspare Scalia: “È stata una stagione complicata, piena di insidie. L'obiettivo delle Finals non è mai stata un'ossessione, perché abbiamo ragionato sempre partita dopo partita. È stata una bella stagione, anche se alla fine abbiamo sempre sbattuto il muso contro la corazzata Cassano Magnago. Un sorteggio beffardo ci ha incastrati ancora nello stesso girone: questa anomalia si è verificata in altri gironi di queste Finals. Evitare di rimettere insieme squadre provenienti dalla stessa area dovrebbe essere la norma nei prossimi anni ed avremmo finali più interessanti.  Abbiamo lavorato tanto e nonostante un paio di assenze importanti per infortunio c'è entusiasmo e voglia di ben figurare. Il girone con Cassano Magnago ed Aretusa sarà un percorso in salita ma proveremo a vendere cara la pelle.  Per questi ragazzi le Finals sono già un premio per i tanti sacrifici fatti in una stagione difficile da dimenticare”.

Aretusa U15M

QUI ARETUSA. L’allenatore Roberto Giuffrida: “Arriviamo all’appuntamento di Misano Adriatico con molta determinazione, consapevoli di poterci giocare le nostre chance indipendentemente da quali avversari ci troveremo di fronte. Arriviamo da un anno particolare, comunque caratterizzato da duro lavoro e sono sicuro che i ragazzi riusciranno a mettere in pratica quanto fatto in tutti questi mesi anche se la vetrina nazionale che si presenterà loro davanti sarà particolare. Non avremo il ruolo di sparring partner perché il nostro livello è già buono e per ognuno di questi ragazzi sarà un ulteriore step della loro crescita. Anche in occasione delle finali regionali la squadra ha avuto modo di dimostrare le proprie qualità e mi aspetto facciano altrettanto a Misano”.

Girone D

Bolzano U15M

QUI BOLZANO. Il tecnico Erik Udovicic: “È stato un anno particolare segnato dal Covid,  ma siamo riusciti a disputare l’intero campionato regionale e abbiamo vinto tutte le partite contro i nostri avversari. I miei ragazzi hanno combattuto molto ed io sono veramente orgoglioso di loro. Siamo un bel gruppo, ma ovviamente non posso dire a quale livello ci troviamo rispetto alle altre squadre che parteciperanno a queste Finals. I ragazzi hanno una gran voglia di giocare e di vincere e per me è anche importante che si divertano e facciano questa esperienza fuori regione. Questi sono gli eventi che aiutano a maturare e a crescere nel mondo della pallamano”. 

Ravarino U15M

QUI RAVARINO. Il tecnico Angelo Zanfi: "La squadra è compatta, determinata e consapevole delle proprie qualità tecnico-atletiche. Pertanto, pur nel massimo rispetto delle altre squadre che hanno tradizioni importanti nei settori giovanili, le aspettative sono ottimistiche".

Andria U15M

QUI FIDELIS ANDRIA. Riccardo Colasuonno: “Per la prima volta una squadra andriese parteciperà alle Finals giovanili e siamo orgogliosi di averlo fatto dopo soli sei anni dalla nascita della nostra società. La nostra è una squadra con molti U13, con soli due atleti 2006 e la maggior parte di loro gioca a pallamano da soli due anni con tutte le difficoltà avute nell’allenarsi in maniera continua, per le varie interruzioni avute causa Covid-19. Il nostro obbiettivo è fare esperienza in questa prestigiosa manifestazione, sia per gli atleti che per la società, con la speranza di essere sempre più presenti alle Finals giovanili nei prossimi anni. Sappiamo anche che affronteremo squadre ben più rodate, più complete e con caratteristiche fisiche/antropometriche importanti, che rappresentano la storia della pallamano italiana e sono affermate a livello nazionale giovanile da moltissimi anni, ma i miei ragazzi avranno il giusto coraggio, entusiasmo e grande determinazione per misurarsi contro queste realtà”.

Il calendario completo del torneo è disponibile qui.

(foto: Davide Bianchi)