Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/lanzara_a2.jpg

Handball Lanzara: il sogno A2 diventa realtà

Un sogno diventato realtà. Si può racchiudere in queste quattro parole la conquista della promozione nel prossimo campionato di Serie A2 Maschile da parte dell’Handball Lanzara.

Un risultato frutto di forza di volontà e sacrifici, concretizzato dapprima con la vittoria del campionato interregionale Lazio-Campania-Puglia-Calabria di Serie B nel quale la compagine guidata dal tecnico Raffaele Carmando ha primeggiato sin dalla 1^ giornata, vantando sia il miglior attacco che la miglior difesa del torneo, e realmente coronato poi con la vittoria del concentramento finale per la promozione dove i salernitani hanno superato i siciliani dell'Agriblu Scicli ed i marchigiani del Chiaravalle.

Un risultato, insomma, prestigioso se si pensa che la compagine del presidente Domenico Sica è nata 6 anni fa nel piccolo comune di Castel San Giorgio, che conta poco meno di 14mila abitanti, e si ritroverà ora a disputare un campionato nazionale. Un percorso graduale, quello compiuto dall'Handball Lanzara, partendo dal titolo regionale U20 nel 2014 che è valso la partecipazione alle Finali Nazionali di Chieti e Pescara nel 2014 sotto la guida del giovane tecnico Piero Attanasio, e poi agli ottimi piazzamenti in Serie B, dove i ragazzi di Carmando hanno ottenuto due secondi posti nelle stagioni 2014/15 e 2015/16 raggiungendo sempre i Play-Off ed il 3° posto nel campionato interregionale della scorsa stagione.

“È difficile esprimere con precisione le sensazioni che stiamo provando – dichiara Roberto Giorgio, il capitano – siamo tutti molto euforici ed enormemente soddisfatti dopo queste partite e per la promozione in A2. Sono giornate che non dimenticheremo mai, perché siamo stati ripagati di tutto il sudore e di tutti i sacrifici che abbiamo affrontato durante questi anni di duri allenamenti e partite in giro per svariate regioni. In questo concentramento finale più che mai siamo riusciti a dimostrare tanto e non solo sul campo, abbiamo fatto capire che il valore aggiunto dell'Handball Lanzara è la coesione del gruppo, l'amicizia che unisce molti di noi da tanti anni ed alcuni da soli pochi mesi”.

“Tutto questo, unito alla forte volontà di voler finalmente dire la nostra ed alla determinazione che ha spinto ognuno di noi a dare il massimo in ogni secondo di ogni partita, è stata la ricetta di questo successo. Non c'è niente di più bello quando i sacrifici e il lavoro di squadra vengono ripagati”.

“La soddisfazione più grande è l'essere riusciti a centrare questa storica promozione in Serie A2 – prosegue –  partendo da un piccolo paese e da una piccola realtà, questo spero faccia aprire gli occhi e spero faccia capire che c'è l'intenzione in noi tutti di portare alto il nome di Lanzara. Ora non ci resta che goderci ancora un po' questo momento prima di metterci da subito all'opera per l'organizzazione della prossima stagione. Non possiamo fermarci perché sappiamo che ciò che affronteremo sarà complicato e richiederà tanti sacrifici sotto ogni punto di vista”.

“Sento il bisogno di ringraziare uno ad uno tutti i componenti della nostra grande famiglia, a partire dal presidente Domenico Sica, i dirigenti, il nostro allenatore Raffaele Carmando, tutti i giocatori e infine il nostro fantastico pubblico che ci segue e supporta sempre incurante delle distanze, sia in casa che in trasferta e che ci hanno invidiato ovunque”.