Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità, contenuti e servizi più vicini ai tuoi gusti e interessi. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate. Per per saperne di più fai clic qui.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/editor/Atlete_Azzurre_-_Mezzocorona.jpg

Dal Territorio - Mezzocorona, archiviato un 2021 da sogno ora si guarda al futuro

E' stata una stagione, quella appena terminata, ricca di grandissime soddisfazioni per le squadre femminili della Pallamano Mezzocorona, allenate da Sonia Giovannini con la coadiuvazione di Paolo Tarter.
Dopo gli ottimi risultati nei vari campionati di categoria (promozione in A1 sfuggita per un soffio sul campo e poi acquisita per meriti sportivi, secondo posto nazionale per l'under 17 e settimo posto nazionale per l'under 21) l'estate 2021 ha riservato a cinque atlete rotaliane altre straordinarie soddisfazioni conseguenti alla convocazione nelle due nazionali azzurre impegnate negli EHF Championship (campionati europei di seconda fascia).
Nel mese di luglio Annachiara Campestrini e Martina Betta (entrambe classe 2003) sono state protagoniste a Chieti, con la nazionale under 19, della conquista del primo EHF Championship della storia della pallamano femminile italiana. Un risultato eccezionale, che apre ora le porte a palcoscenici di altissimo livello, costituiti dalla partecipazione, nel prossimo mese di novembre in Slovenia, alle qualificazioni per l'accesso ai campionati mondiali di prima fascia che si disputeranno nel 2022. Una medaglia d'oro per le due atlete trentine di assoluto valore e prestigio.
Nel mese di agosto Elena Pedron, Emma Girlanda e Aurora Gislimberti (tutte classe 2004) hanno invece conquistato il quinto posto del EHF Championship under 17, svoltosi a Tbilisi (Georgia). Un risultato da considerarsi di tutto rispetto, se si tien conto del poco tempo avuto a disposizione dai tecnici per amalgamare questa giovane squadra, che ha visto la luce in piena pandemia. Un europeo che ha comunque riservato alle atlete rotaliane altre grandissime soddisfazioni a livello personale: due volte MVP, ossia miglior giocatrice dell'incontro (Emma Girlanda nella partita contro la Serbia e Aurora Gislimberti in quella contro Far Oer) e un prestigioso riconoscimento individuale costituito dal premio come miglior difensore del torneo assegnato ancora ad Aurora Gislimberti.
Risultati, questi, che riempiono di orgoglio il sodalizio di Mezzocorona presieduto da Mario Bazzanella, che ripagano del duro lavoro svolto da diversi anni a questa parte e che permettono di guardare al futuro con ottimismo e fiducia, nella consapevolezza che, oltre alle cinque azzurrine, tutto il roster del settore femminile è composto da atlete di elevato spessore tecnico e umano, elementi questi di fondamentale importanza per affrontare le nuove sfide che si presenteranno