Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità, contenuti e servizi più vicini ai tuoi gusti e interessi. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate. Per per saperne di più fai clic qui.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/editor/59a02f47-5068-43be-a93b-80fef7f7eb61.jpg

Dal territorio - La nuova stagione al via con tante speranze

Se la serie A1 è ufficialmente già partita da sabato scorso, anche i campionati giovanili sono sulla rampa di lancio. Per metà ottobre partiranno nelle varie categoria. Un appuntamento importante per le società altoatesine è la riunione che si terrà il 15 settembre a Bressanone dove con ogni probabilità si deciderà se l’Alto Adige possa costituire un proprio comitato regionale. In effetti il numero di società presenti sul territorio consentirebbe la costituzione di un comitato autonomo.
“Esistono i presupposti per la nascita di un comitato – esordisce Stefano Podini dirigente bolzanino e vice presidente vicario della Figh – Ovviamente valuteremo insieme alle società se formare un nuovo consiglio con 6 membri o lasciare le cose come stanno”.
Al momento è Claudio Zorzi il delegato regionale per l’Area 1, Fabio Vergadin il responsabile dei campionati, Daniele Bazzanella responsabile del settore arbitrale ed Andrea Tait giudice sportivo.
Mercoledì alla riunione saranno presenti tutte e le 18 società regionali e si getteranno le basi per la nuova stagione, ma Claudio Zorzi ha voluto ricordare quella appena trascorsa. “E’ stata un impresa titanica – sottolinea Zorzi – da aprile a maggio siamo riusciti a disputare tutti i campionati. I giocatori sono stati testati regolarmente ed un grande ringraziamento mi sento di farlo pubblicamente alle società ma anche a tutte le famiglie coinvolte
Alle finali nazionali tutti i nostri club si sono fatti più che onore sfiorando il titolo davvero per poco. Se pensiamo ad esempio all’ under 19 del Merano brillante medagli d’argento, od ai bronzi colti dalle ragazze del Laugen Tisens, e dagli under 15 del Bolzano”.
“In questa stagione – spiega Fabio Vergadin – stiamo approntando ben 7 campionati. Under 19, 17 e 13 e la serie B. I campionati under 20 verranno organizzati direttamente da Roma”.
Zorzi infine calcola che in tutto saranno circa 70 le squadre iscritte nei vari campionati. La novità è costituita dalla formazione austriaca del Telfs inserita nel under 17 femminile.
Il 15 gennaio 2022 a Bressanone ci sarà la finale della seconda Euregio Cup. Zorzi infine non nasconde la possibilità che l’Alto Adige possa organizzare qualche finale nazionale.