Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità, contenuti e servizi più vicini ai tuoi gusti e interessi. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate. Per per saperne di più fai clic qui.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/editor/ARGENTIN_PIVETTA.png

Dal territorio - Argentin - Pivetta una serie B d'autore

Sabato sera ad Oderzo è andato in scena un caldissimo derby trevigiano di serie B: da una parte i padroni di casa e dall’altra il San Fior. Due formazioni composte da ragazzi che fuori dal campo sono amici ma che nel 40x20 vivono una vera rivalità.

Nelle file delle due squadre anche due giocatori che fino all’anno scorso si sfidavano nella massima serie: con l’Oderzo c’era in campo Riccardo Pivetta, già ex Bologna, Bressanone e Conversano con cui ha si è anche laureato campione d’Italia. Con il San Fior c’era invece Andrea Argentin, già al Malo e poi tre anni a Pressano con cui ha vinto una coppa Italia.

Due ragazzi molto forti che hanno giocato insieme anche in nazionale vincendo pure, nel 2018, l’Adriatic Cup e che si sono sfidati in un caldo derby, di nuovo a casa. Da Bressanone – Pressano a Oderzo – San Fior il cambiamento non è piccolo, ma l’agonismo c’è sempre…

‘Ricky’ ha segnato 5 reti, ‘Arge’ ne ha realizzate 8 e alla fine il suo San Fior ha vinto di 1. “Abbiamo vinto si ma con un po’ di fortuna – ride il terzino ex Pressano – Lo avevo detto sin dal primo giorno in cui mi sono spostato che, prima o dopo, sarei tornato a casa a giocare. E adesso eccomi qui”.

Passare dai campi in cui ci si gioca lo scudetto alla serie B è un po’ un salto
“Quando sei in campo dai sempre il massimo – dice ancora Andrea Argentin - Poi come è naturale che sia, se si passa da cinque allenamenti alla settimana a farne due è ovvio che il livello è diverso ma è bello giocare con la maglia del proprio paese. E anche il pubblico era importante per essere una partita di serie B. Diciamo che ci siamo divertiti, dai”.

E dall’altra parte come è andato Ricky?

“Beh lui gioca sempre bene, si sa che è un ottimo elemento. E’ stato bello rivederlo, era da un bel po’ che non ci incrociavamo in campo”.

La Provincia di Treviso sta offrendo grandi partite e ottime squadre in questo campionato di serie B. E chissà mai che un giorno queste forze e questi ragazzi che dopo aver giocato in giro per l’Italia sono tornati a casa, non possano rimettersi insieme. Allora si che ci sarebbe da divertirsi: c’è da giurarci.