Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità, contenuti e servizi più vicini ai tuoi gusti e interessi. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate. Per per saperne di più fai clic qui.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/editor/olimpic-massa.jpg

Dal Territorio – L’Olimpic Massa Marittima progetta la “ripartenza”

Dal Territorio - Area 5

Tra le squadre storiche della pallamano in Toscana c’è sicuramente l’Olimpic Massa Marittima che da tantissimi anni svolge attività nel territorio prendendo parte a molti campionati, grazie anche alla presenza di Silvano Ghini, volto noto che ha legato il proprio nome in maniera indissolubile ai colori della sua città.

Sono nella pallamano a Massa dal lontano 1974 – racconta Silvano – e ho iniziato poco prima di partire per il servizio di leva attirato da mio fratello, giocatore della squadra locale. Da allora non ho più smesso. Mi sono sempre dedicato alla crescita dello sport nella città, ho giocato anch’io, ma da terzo portiere vedevo molto poco il campo, e così ho iniziato a dedicarmi ai più piccoli, nelle vesti di allenatore”.

Un percorso lungo che ha portato il tecnico a festeggiare il cinquantesimo anniversario della società, proprio in questa funesta stagione, dove non vi sono squadre iscritte ai campionati. “E’ un peccato, ci siamo dovuti bloccare proprio in questa occasione. Abbiamo preferito così, ascoltando i genitori dei ragazzi e le loro impressioni prendendo questa decisione. Da pochissimo abbiamo ricominciato a fare attività all’aperto, speriamo di poter tornare alla normalità presto, con più grinta e determinazione di prima”.

Ripartire non è mai facile ma a Massa qualcosa si sta muovendo e le idee non mancano di certo. “Siamo presenti nelle scuole ormai da moltissimo tempo e anche prima dell’interruzione dovuta al covid abbiamo sempre fatto molta attività con i giovanissimi. Credo sia questa la strada giusta. Pur operando in un piccolo centro potevamo contare circa 90 tesserati, dai bambini delle elementari fino ai seniores, iscrivendoci ad under 9, under 11, under 14, under 15 e under 17. Torneremo, e spero ancora in tutte le categorie”.

Una storia antica quella della pallamano nella cittadina toscana. “Essendo allenatore di tante generazioni, penso che la soddisfazione più bella sia quella di ricevere ancora affetto da giocatori ed ex giocatori che negli anni hanno smesso. Fa davvero piacere essere entrato nel cuore di molti e rimanere nella memoria”.