Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/rotondo_azione_2.jpg

Laura Rotondo al Thun: "Orgogliosa della mia Conversano"

Azzurri all'Estero

Francia, Germania, Norvegia, Belgio, Romania. Europa chiama, Italia risponde. Ai campionati esteri nei quali militano i nostri Azzurri si è aggiunta, da qualche settimana a questa parte, la vicina Svizzera dove è approdata Laura Celeste Rotondo. È proprio dal terzino sinistro originaria di Conversano, appena incoronata miglior giocatrice italiana ai FIGH Awards 2017, che, questa settimana, iniziamo la nostra carrellata sugli italiani all’estero.

L’azzurra, in forza al Rotweiss Thun, è da poco rientrata in campo dopo aver superato un problema al quadricipite e, conquistato sabato scorso l’accesso alle semifinali in Coppa Svizzera, si appresta a esordire nei Play-Off per il titolo nazionale. Nell'ultima gara, persa 27-22 in casa contro lo Spono Eagles, per lei tre le reti messe a segno, in aggiunta alle due realizzate al debutto contro il Kreuzlingen.

“Un primo impatto sicuramente positivo”, racconta Laura. “In Svizzera ho trovato un buon livello di Pallamano e una bella squadra, un contesto nel quale sicuramente potrò provare ancora una volta a dare il massimo e migliorare” - conferma, non nascondendo la soddisfazione per la conquista del premio come miglior giocatrice italiana ai FIGH Awards - “Sinceramente è stata una sorpresa stupenda. Sono stata molto felice, anche se premiata a distanza, ancora di più per il fatto che sia stata Enza Fanelli - che per me è come una seconda mamma - a ritirare questo stupendo riconoscimento. Devo ringraziare i tecnici che ancora una volta mi hanno dato grande fiducia, la mia Società tutta e le mie compagne. Pur trattandosi di un premio individuale, credo nel merito di una squadra che lavora insieme e che permette al singolo di esprimersi al meglio”.

Parlando della gioia per la vittoria del “suo” Conversano in Coppa Italia: “Sulla carta ci sono squadre più e meno forti e ho sempre pensato che la mia è una squadra sia dentro che fuori dal campo ed è questo che fa la differenza. Grinta e tanto cuore è ciò che ci contraddistingue e Conversano l’ha dimostrato ancora una volta durante la Coppa Italia vincendo il 4° titolo consecutivo. È stato difficilissimo vedere la partita a distanza e non poter essere lì con loro, ma sapevo che mi avrebbero regalato grandi emozioni come sempre”.

Gli altri Azzurri

Partiamo dalla Francia e dalla 3^ lega (N1), nella quale lo scorso week-end  ha segnato il termine della Regular Season e ha visto vittoriose tutti i team nei quali militano i nostri Azzurri.

Nella Poule 1, l’Angers Noyant supera 35-25 l’US Saintes Handball. Due le reti di Andrea Parisini, per un successo che porta il team di Angers a chiudere la prima parte di campionato da capolista a 38 punti. Nella Poule 3, strabordante Michele Skatar nel 39-29 dello Strasburgo contro il Torcy. Sono ben 11 le reti del mancino azzurro che, chiusa la Regular Season dietro al Grenoble, al pari di Parisini tornerà in campo per l’inizio dei play-off il prossimo 24 febbraio. Vittoria di misura per il Montpellier di Marco e Simone Mengon, che nella Poule 4 supera 32-31 il Saint Etienne. In campo il solo Simone Mengon, autore di due reti, e successo che porta il club occitano a chiudere la Regular Season al 4° posto della classifica generale. Il Montpellier affronterà, sempre a partire dal 24 febbraio, i play-out.

In Eliteserien, massimo campionato norvegese, Fredrikstad - Glassverket finisce 31-22 con il centrale azzurro Irene Fanton a segno con tre reti. In 1.Divisjon, lo Skrim Kongsberg supera 42-27 il Gjøvik con Angela Cappellaro autrice di due reti.

In Germania, 12^ giornata di Bundesliga e successo per il Bensheim/Auerbach di Rafika Ettaqi, autrice di tre  reti nel 30-24 inferto al Rödertal. Doppio impegno per il Thüringer di Anika Niederwieser, che in campionato supera 28-27 il Bayer Leverkusen, mentre in Champions League subisce una sconfitta per mano del Buducnost (29-21), nonostante le 4 reti del terzino azzurro.

Sempre in Germania, passando alla 3^ Lega maschile, l’SGSH di Dominic Luciano viene superato 28-21 dal Bayer Dormagen. Una rete per Luciano e sconfitta che fa scivolare l’SGSH al 5° posto della classifica generale.

In Belgio, 17^ giornata di BENE-League e ritorno alla vittoria per l’HC Visé di Francesco Volpi. Contro il Callant Tongeren finisce 34-27, con ben 6 reti per il terzino azzurro e con l’HC VISÉ che conferma la 7^ piazza in classifica a 9 punti dalla capolista Achilles Bocholt.

In Romania, il Dunarea Braila di Cristina Gheorghe non va oltre il pareggio 23-23 contro il Bistrita. Nessuna rete per l’azzurra e conferma dell’8° posto in classifica per il team di Braila.