Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/arcieri_elevazione_vspressano.jpg

Riparte il campionato: c'è la 20^ giornata

Serie A1 Maschile

Assegnato il primo trofeo del 2019, coinciso con la quarta Coppa Italia alzata al cielo nella propria storia dal Bolzano, il campionato di Serie A1 Maschile riparte dalla 20^ giornata e si tuffa in un rush finale che durerà da qui fino al 4 maggio prossimo. Gli obiettivi per cui si gioca sono principalmente due: rientrare nei Play-Off Scudetto e, scorrendo la classifica, salvarsi.

Le prime tre posizioni, al netto di scossoni che comunque questa Serie A1 ha dimostrato di avere in serbo, sembrano consolidate. A cominciare dal primato di Bolzano: capolista, con appena quattro punti lasciati per strada, la squadra di Boris Dvorsek riceve al Pala Gasteiner (h 19:00) la sfida di un Bologna che ha maledetto la pausa, perché giunta subito dopo un successo contro Cassano Magnago che ha ridato nuova linfa alle velleità di salvezza dei felsinei. 

I bolognesi getteranno un’occhiata a quanto accadrà al Pala Quaresima (h 18:00) tra Cingoli e Acqua & Sapone Junior Fasano. I marchigiani, invischiati nella lotta per non retrocedere, in casa sono sempre temibili. Dalla loro, tuttavia, i campioni d’Italia non possono permettersi passi falsi: vincere nelle Marche significherebbe mettere, seppure solo per 24 ore, pressione al Cassano Magnago in una lotta per il quarto posto che promette scintille.

Quanto ai lombardi, bisognerà attendere domenica con la diretta TV su Sportitalia (h 17:15). E anche lì è sottile il filo che lega l’alta e la bassa classifica. Perché al Pala Tacca, contro una squadra, quella di Kolec, rigenerata nello spirito e negli intenti – soprattutto dai gol di Moretti – dopo la Final8 di Coppa Italia, arriva l’MFoods Carburex Gaeta, prima della lista nelle ambizioni di risalita di Cingoli.

Tornando ai match del sabato, cercano punti per consolidare i propri piazzamenti Pressano e Conversano. I trentini, ancora senza Branko Dumnic in panchina, tornano al Palavis contro il Metelli Cologne: vincere è di fondamentale importanza per scacciare via le scorie di una Coppa Italia ben condotta, ma pur sempre chiusa perdendo in finale (h 19:00). Momento di power up per Conversano: la kermesse in terra giuliana ha lasciato impressioni positive al sodalizio pugliese, chiamato a confermarsi sul campo della Banca Popolare di Fondi (h 19:00). 

Al Pala Chiarbola va in scena il derby d’Italia che oppone Trieste e Bressanone. Tradizioni più che esigenze di classifica per entrambe le squadre, ma soprattutto curiosità per vedere all’opera la prima Alabarda nella versione guidata dal neo-allenatore Andrea Carpanese (h 18:30). Cercano tranquillità anche Ego Siena e Alperia Merano, una contro l’altra al Pala Estra con fischio d’inizio, anche in questo caso, alle 18:30.

SU PALLAMANOTV. Tutte le gare del fine settimana di Serie A1 saranno trasmesse in live streaming su www.pallamano.tv, sul sito federale www.figh.it, su YouTube (www.youtube.com/pallamanotvfigh) e sulle Facebook Page dei club impegnati in casa.

SU SPORTITALIA. Il Match of the Week mette una contro l’altra Cassano Magnago e Gaeta. Dal Pala Tacca fischio d’inizio alle 17:15, con collegamento per il pre-gara alle 17:00 (canale 60 DTT & 225 SKY).

Giorno

Orario

Partita

Arbitri

9 marzo

h 18.00

Cingoli - Acqua & Sapone Junior Fasano

Dionisi - Maccarone

9 marzo

h 18.30

Ego Siena - Alperia Merano

Cardone - Cardone

9 marzo

h 18.30

Trieste - Brixen

Cosenza - Schiavone

9 marzo

h 19.00

Bozen - Bologna United

Cardaci - Tilaro

9 marzo

h 19.00

Banca Popolare Di Fondi - Conversano

Nicolella - Rispoli

9 marzo

h 19.00

Pressano - Metelli Cologne

Alborino - Farinaceo

10 marzo

h 17.15

Cassano Magnago - MFoods Carburex Gaeta

Bocchieri - Scavone

(foto: Mario Gherlenda)