Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/ehfeuro2020-femminili.jpg

EHF EURO 2020: Italia in urna 3 nel sorteggio del 4 aprile

Nazionale femminile

La corsa verso gli EHF EURO 2020 femminili prenderà il via con il sorteggio del prossimo 4 aprile a Copenaghen, in Danimarca, per poi passare al campo dal prossimo settembre, quando in calendario ci saranno le gare dei primi due turni. 

L’Italia partirà dall’urna 3, come reso noto oggi dalla EHF (European Handball Federation), che ha contemporaneamente comunicato le altre 27 squadre coinvolte nelle qualificazioni. Sicure di esserci, invece, le due nazioni ospitanti, Norvegia e Danimarca.

La composizione delle urne:

Urna 1: Francia, Olanda, Russia, Svezia, Romania, Montenegro, Germania
Urna 2: Serbia, Repubblica Ceca, Ungheria, Spagna, Slovenia, Polonia, Croazia
Urna 3: Austria, Bielorussia, Slovacchia, Turchia, FYR Macedonia, Ucraina, ITALIA
Urna 4: Svizzera, Islanda, Portogallo, Lituania, Far Oer, Kosovo, vincente Q1

A giocarsi il turno di pre-qualificazione, per un unico posto in fascia 4, saranno Israele, Finlandia, Grecia e Lussemburgo, una contro l’altra nel torneo in programma dal 31 maggio al 2 giugno prossimi.

Il sorteggio del 4 aprile, in live streaming su ehfTV dalle ore 18:00, formerà 7 gironi da 4 squadre ciascuno. Qualificazione alla fase finale degli EHF EURO 2020 per le prime due classificate di ogni raggruppamento. 

Le date delle gare di qualificazione:

Round 1: 25/26 settembre 2019
Round 2: 28/29 settembre 2019
Round 3: 25/26 marzo 2020
Round 4: 27/28 marzo 2020
Round 5: 27/28 maggio 2020
Round 6: 31 maggio 2020 (con inizio alle h 18:00 per tutte le gare)

Gli EHF EURO 2020 femminili si svolgeranno dal 4 al 20 dicembre 2020 in Norvegia e Danimarca, toccando così una delle tre nazioni – quella norvegese – della prima edizione a 24 squadre che, nel gennaio dello stesso anno, coinvolgerà invece gli uomini.