Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/italiarussia-timeout.jpg

Turchia e Italia chiudono sul 30-28 il secondo test a Eskisehir

Nazionale maschile

A Eskisehir il secondo confronto tra Turchia e Italia finisce 30-28 (p.t. 13-10) in favore dei padroni di casa, che, a pochi giorni dal loro debutto nelle qualificazioni ai Campionati Mondiali 2021, fanno il bis dopo il successo ottenuto ieri col risultato di 24-23. Un appuntamento, quello che culminerà con la rassegna iridata in programma in Egitto, che l’Italia dovrà invece affrontare a gennaio in casa.

La seconda sfida giocata sul 40x20 di Eskisehir è ancora una volta riassunta in un’ottima prova al tiro di Dapiran – miglior marcatore con 7 reti – e dei più giovani. Massimo vantaggio turco sul 18-12 in avvio di ripresa, a cui l’Italia replicherà impattando sul 24-24 e fallendo la palla del possibile vantaggio. Tutto aperto fino al 27-27, a cui seguirà un parziale di 4-1 da parte dei locali e il 30-28 conclusivo.

Il DT azzurro, Riccardo Trillini: “Perdere due partite di misura in trasferta, dove sicuramente il clima generale attorno alla squadra di casa è favorevole, ci può stare. Meno accettabile è l’approccio mentale che abbiamo avuto, soprattutto da parte di alcuni giocatori che di solito trascinano la squadra. Questo forse perché non si trattavano di due partite ufficiali, ma non è una motivazione valida”.  

“Le due partite erano soprattutto un test per provare la 5-1 in difesa – continua – e adottarla oggi nel momento in cui eravamo in svantaggio, ad esempio, ci ha permesso di rimontare. Solo gli episodi ci hanno impedito poi di girarla in nostro favore. Buono l’apporto che ci è arrivato dai più giovani. Abbiamo positivamente impiegato per larghi tratti Mengon da centrale. È indubbio, invece, il miglioramento che dovremo avere da un punto di vista mentale, perché ogni partita per noi è un’occasione per migliorarci”. 

Il prossimo 23 ottobre, ancora alle ore 18:00 (italiane), l'Italia chiuderà il suo programma a Eskisehir affrontando la Nord Macedonia.

lunedì 21 ottobre
h 18:00 | Turchia – Italia 30-28 (p.t. 13-10)
Turchia: Yigit, Ozan 3, Furkan 3, Ourmus Ali 1, Gorkem 2, Halil 2, Cemal 5, Caglayan 3, Emre, Ogur, Coskun, Alperen 1, Baran 4, Ozan 3, Mehmet 5, Taner
Italia: Ebner 1, Volarevic, Ilic, Bronzo, Bulzamini 2, Dapiran 7, Bortoli, Savini, Iballi, Moretti 6, Turkovic, Basic, Stabellini, Kasa, Arcieri 1, Mengon, Pereira 5, Parisini 5, Mengon 1. All: Riccardo Trillini 

Così nella partita giocata ieri:

domenica 20 ottobre
h 18:00 | Turchia – Italia 24-23 (p.t. 17-11)
Turchia: Yigit 3, Ozan 2, Furkan 3, Ourmus Ali 3, Gorkem 1, Halil 1, Cemal, Caglayan 1, Emre 3, Ogur, Coskun, Alperen 1, Baran 2, Ozan 1, Mehmet 3, Taner
Italia: Ebner, Volarevic, Ilic, Bronzo, Bulzamini 2, Dapiran 6, Bortoli 3, Savini 1, Iballi, Moretti, Turkovic, Basic 3, Stabellini 2, Kasa 1, Arcieri, Mengon, Pereira 5, Parisini. All: Riccardo Trillini