Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità, contenuti e servizi più vicini ai tuoi gusti e interessi. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate. Per per saperne di più fai clic qui.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/napoletano_azione_salerno.jpg

Le più forti, tutte insieme - Guida alle Finals di Coppa Italia

Coppa Italia

Il prossimo venerdì 21 febbraio, per la prima volta al Palaestra di Siena e fino al 23 febbraio successivo, si disputeranno le Finals maschili e femminili che assegneranno la Coppa Italia 2020. 

Il logo

Il Logo delle Finals di Coppa Italia è stato creato e scelto attraverso un contest che ha coinvolto i ragazzi della 3B del Liceo Artistico “Duccio di Buoninsegna”. Augusto Tamburini è il nome dell’autore dell’elaborato vincitore, scelto tra 27 lavori in una selezione effettuata dalla giuria presieduta dall’artista Marco Borgianni e dal professor Matteo Savona.

logo coppa italia2020

La formula 

La novità è rappresentata dal format che unisce uomini e donne – altra prima volta – e che riunisce le migliori 12 squadre dei campionati di Serie A1. Nella Final8 maschile si inizia il 21 febbraio coi quarti di finale, per procedere poi con semifinali e finali. Il programma incrocerà quello femminile a partire dal 22 febbraio: la Final4 si svilupperà con le semifinali di sabato e le finali della domenica. 

Nuovo sistema anche per l'accesso alla competizione con l'introduzione di un Qualification Round. In Serie A1 Maschile si è giocato a dicembre un turno a eliminazione diretta i cui abbinamenti erano basati sulla classifica della passata stagione: da qui si è giunti all'attuale tabellone. In Serie A1 Femminile, invece, la fine del girone di andata ha dato vita a tre gironi, giocati a gennaio sui campi di Bressanone, Oderzo e Salerno, dai quali hanno staccato il biglietto per Siena le tre vincenti - proprio altoatesine, venete e campane - assieme al Cassano Magnago quale migliore 2^ classificata.

La Final8 maschile 

Bolzano difenderà il titolo conquistato l’anno scorso in una stagione straordinaria, fruttata agli altoatesini il gradino più alto del podio in Coppa Italia per la quarta volta nella propria storia. Come un anno fa a Trieste, i bolzanini del tecnico Dvorsek troveranno ai quarti di finale i cugini del Bressanone, anche se sulla carta è atteso un derby di caratura superiore: rispetto all’anno passato, i brissinesi hanno aggiunto all’organico due bocche da fuoco come Cutura e Lazarevic, trascinatori di una squadra che in campionato ha raccolto 12 vittorie in 18 partite.

Quello delle due altoatesine è il lato del tabellone che promette le maggiori scintille. Qualora non dovesse bastare il derby come motivazione, nella parte bassa c’è una sfida da brividi fra Conversano e Cassano Magnago. Accade tutto a meno di una settimana dal duello di campionato che ha visto imporsi i lombardi in casa e che ha fermato una serie positiva dei pugliesi lunga 105 giorni.

A sinistra del tabellone quarto di finale tra due organici protagonisti della passata stagione, ma ora alle prese con un’annata non facile: Pressano e Junior Fasano, rispettivamente 7^ e 9^ forza del campionato, sognano un posto in semifinale in grado, ad ogni modo, di donare nuovi sorrisi e rilanciare le ambizioni di due sodalizi abituati a confrontarsi ai vertici.

Dulcis in fundo, programmato alle 20:30, il quarto di finale che mette di fronte i padroni di casa della Ego Siena e Trieste. Partita strana, se non altro perché i giuliani ci arrivano, sì, con una vittoria, ma anche dal fondo della classifica della Serie A1. Superato lo scoglio del Qualification Round – battendo Fondi proprio come accaduto sabato scorso –, i giuliani proveranno a far valere il DNA triestino, marchio di fabbrica di una squadra che non molla mai, contro i padroni di casa della competizione. Siena non ha altri obiettivi al di fuori del passaggio del turno. 

tabellone2020 maschile copia

La Final4 femminile 

Tornata ad una formula con quattro squadre qualificate, la Coppa Italia femminile sarà affare delle prime tre squadre del campionato e della intrusa Cassano Magnago, l’unica a non rispettare i piazzamenti della attuale graduatoria.

Le lombarde, comunque apparse in crescita in un 2020 che come primo step aveva regalato a gennaio proprio l’accesso alla Final4, incroceranno i guantoni con il Sudtirol Brixen, capolista della Serie A1. Nei due scontri diretti di Regular Season ha sempre vinto la squadra di Noessing: più combattuto il 27-24 dell’andata rispetto al 24-16 in terra d’Alto Adige. 

Tuoni e fulmini sul versante opposto, dove si sfidano Jomi Salerno e Mechanic System Oderzo. È stata finale Scudetto e sarà una delle gare più interessanti del sabato di Coppa Italia. L’unico confronto stagionale coincide col perentorio 27-17 delle opitergine in casa, giunto però di fronte a un’avversaria orfana di Lauretti Matos e Dalla Costa. Recuperato il terzino varesino e cambiata la guida tecnica – in panchina c’è Laura Avram –, le salernitane daranno battaglia per difendere il trofeo messo in bacheca un anno fa nella Final8 giocata proprio in casa delle rivali venete. 

tabellone2020 femminile copia

Il programma

Il programma completo della manifestazione è così delineato:

GIORNO

FINAL

ORARIO

FASE

MATCH

21 febbraio

maschile

h 14:30

Quarti di Finale

Conversano – Cassano Magnago [A]

maschile

h 16:30

Quarti di Finale

Pressano – Junior Fasano [B]

maschile

h 18:30

Quarti di Finale

Bolzano – Brixen [D]

maschile

h 20:30

Quarti di Finale

Siena – Trieste [C]

22 febbraio

femminile

h 14:30

Semifinali

Brixen – Cassano Magnago

femminile

h 16:30

Semifinali

Oderzo – Salerno

maschile

h 18:30

Semifinali

Semifinale D – A

maschile

h 20:30

Semifinali

Semifinale C – B

23 febbraio

femminile

h 12:00

Final Day

Finale 3°-4

maschile

h 14:00

Final Day

Finale 3°-4°

femminile

h 16:00

Final Day

Finale 1°-2°

maschile

h 18:00

Final Day

Finale 1°-2°

Biglietti 

I biglietti sono distribuiti dal circuito Ciaotickets, in prevendita su www.ciaotickets.com/finals-coppa-italia-handball, oltre che nei punti vendita convenzionati (www.ciaotickets.com/punti-vendita) o direttamente al Palaestra nei giorni delle gare. 

Il prezzo di acquisto al botteghino: 

Abbonamento intera manifestazione:
€ 20,00 posto unico 

Ingresso per singola giornata:
€ 10,00 posto unico 

Ingresso libero:
Under 17 (nati fino al 31 dicembre 2003) e studenti universitari

Promozioni riservate ai club affiliati alla FIGH:
Abbonamento intera manifestazione: € 10,00
Ingresso per singola giornata: € 5,00
Ciascuna società avrà diritto a n° 5 gratuità 

Le società affiliate interessate all’acquisto dei biglietti potranno effettuare prenotazione scrivendo all’indirizzo e-mail info@ego-handball.it. 

Il botteghino del Palaestra sarà attivo nei seguenti giorni e orari:

giovedì 20 febbraio: h 17:00 – h 19:00
venerdì 21 febbraio: h 11:00 – h 22:30
sabato 22 febbraio: h 11:00 – h 22:30
domenica 23 febbraio: h 09:00 – 20:00  

In diretta

Tutte le gare delle Finals di Coppa Italia saranno trasmesse in live streaming su Eleven Sports (www.elevensport.it), oltre che sulle diverse declinazioni di PallamanoTV tra sito web (www.pallamano.tv), YouTube (www.youtube.com/pallamanotvfigh) e Facebook (www.facebook.com/pallamanotv).

Aggiornamenti, news, interviste e foto saranno consultabili sul portale dedicato all’evento, www.figh.it/coppa-italia-2020, raggiungibile anche dalla homepage del sito federale. Per vivere le Finals sui social media, inoltre, basterà seguire l’account Instagram della FIGH @federazioneitalianahandball”. 

Gli arbitri

Per le Finals di Coppa Italia sono state designate 6 coppie arbitrali, coadiuvate da due commissari di campo:

Arbitri
Simone Francesco - Monitillo Pietro
Cosenza Giuseppe - Schiavone Davide
Carrino Marcello - Pellegrino Stefano
Cardone Ciro - Cardone Luciano
Castagnino Angelo - Manuele Sebastiano
Prandi Simone – Ambrosetti Fabio

Commissari FIGH
Sebastiano Prastaro
Giuseppe Nasca

Presenti il Presidente del Settore Arbitrale, Mauro Mondin, e il designatore di Serie A1, Giovanni Cropanise.

La storia e i numeri 

Quelle di quest’anno sono la 35^ edizione maschile e la 29^ femminile, disputate per la prima volta rispettivamente nelle stagioni 1974/75 e 1987/88.

Ben  delle 8 partecipanti maschili hanno vinto almeno in una occasione la Coppa Italia. Le uniche a non comparire nell’albo d’oro sono Cassano Magnago e Siena, coi toscani che però sono anche alla loro prima Final8 in assoluto. La più vincente di sempre resta Trieste, che ha sollevato il trofeo in 6 occasioni tra il 1987 e il 2002, seguita da Conversano a quota 5 tra il 2003 e il 2011. 

Tra le donne, invece, Salerno, detentrice del titolo, è anche l’unica società delle quattro ad aver vinto. Il sodalizio campano potrebbe diventare il più vincente di sempre assieme a Sassari: la Coppa Italia è finita in bacheca 5 volte tra il 2009 e la passata stagione, una in meno delle sarde.

Il primato delle isolane è già per la verità eguagliato dalla città salernitana, che nel 2004 aveva trionfato con l’allora Handball Salerno. Situazione analoga per Cassano Magnago, visto che la mitica realtà degli 11 Scudetti consecutivi aveva vinto in due occasioni la Coppa Italia (1988 e 1995). 

I due giocatori più vincenti nella storia della Coppa Italia e impegnati in campo saranno le due ali sinistre Demis Radovcic e Pina Napoletano. Da quest'anno al Siena, Radovcic ha ottenuto 9 successi con le maglie di Casarano, Conversano e Bolzano, mentre per la giocatrice campana i trofei sono 5, tutti con Salerno.

(foto: Lazzeroni \ Caputo)