Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità, contenuti e servizi più vicini ai tuoi gusti e interessi. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate. Per per saperne di più fai clic qui.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/DSC_4283_Duran.JPG

A Oderzo lo scontro diretto: venete alla guida della Serie A Beretta

Serie A Beretta

Il sabato della Serie A Beretta femminile è una parte del tutto, ma è una parte piuttosto consistente. Con due match ancora da giocare, la 5^ giornata del massimo campionato regala comunque un primato solitario alla Mechanic System Oderzo, che batte la Jomi Salerno a domicilio e costringe le campane a sentire ora il fiato sul collo del Brixen Sudtirol, ingolosito dalle chances di sorpasso concretizzabili nel match di domani nel match contro la Santarelli Cingoli. 

Davanti a tutti c’è dunque la Mechanic System Oderzo, che nel big match piazza il colpo d’autore sul campo della Jomi Salerno. Merito di una Arasay Duran straripante, che vince il derby cubano con Suleiky Gomez, ne fa 13 e trascina le opitergine fino ad un 25-20 (p.t. 11-12) che significa vetta e primo accenno di fuga. Si decide tutto negli ultimi 8’. Il cronometro dice 51’40’’ all’ultimo time-out prima del rientro in campo sul 20-20. Da qui in poi c’è solo Oderzo e, anzi, c’è solo Duran: il terzino delle venete fa quattro reti del parziale di 5-0 che chiude il confronto. Nel mezzo un acuto firmato Di Pietro e una sospensione temporanea per Gomez dall’altra parte. Salerno, che pure aveva chiuso in vantaggio il primo tempo (12-11), questa volta incassa. Oderzo può gioire, voltarsi e vedere alle proprie spalle tutte le altre formazioni della Serie A Beretta.

L’AC Life Style Erice soffre, suda, ma porta a casa la terza vittoria in cinque partite giocate. Lo fa in trasferta in casa delle Guerriere Malo e facendo i conti con l’ormai solita prestazione gagliarda delle venete di coach Menin. La sfida termina 29-25 (p.t. 15-14). Le siciliane trovano ancora una volta in Barreiro la migliore realizzatrice con 7 reti, una in meno di Losco sul fronte opposto e top scorer della partita. Al Pala Deledda equilibrio perfetto dopo un quarto d’ora (9-9), un attimo prima dello strappo con cui le siciliane si portano sull’11-9. Si va al riposo col 15-14 firmato Krnic. È l’anticipazione di un break con cui Erice passa a condurre 19-14 al 36’. La ripresa è delle siciliane: 27-20 dopo 54’ con Tisato, poi 29-21. Malo accorcia, ma non va oltre il -4 finale.

Prima vittoria in Serie A Beretta per la Cassa Rurale Pontinia, che vince l’ennesimo duello tra neo-promosse sul campo della Cellini Padova. La squadra di Giovanni Nasta passa sul 28-24 (p.t. 13-14) al Pala Farfalle. Ben 11 reti di Ligia Put sono l’asso della manica delle laziali per contrastare la verve di Vanessa Djiogap e Bevelyn Eghianruwa (6) sul fronte opposto. Pontinia avanti dopo il primo quarto di partita (10-8), ma prima col pari sull’11-11 e poi con il 12-11 di Bearzi, è Padova ad andare alla pausa in vantaggio. Le attese di un confronto incerto sono confermate. Al 45’ nuovo allungo di Pontinia fino al 21-18. È il preambolo allo sprint. Il 26-21 è di Podda. La partita è chiusa. Per la Cassa Rurale è il secondo risultato utile consecutivo dopo il pari casalingo di sabato scorso contro Bressanone.  

Fa due su due il Cassano Magnago. Seconda vittoria filata per le lombarde, che al Pala Tacca archiviano la pratica Nuoro con un convincente 24-17 (p.t. 12-8). Per coach Sasa Milanovic segnali incoraggianti dettati soprattutto ad un apporto equilibrato di tutte le giocatrici a disposizione: vanno a segno in dieci, nessuna superando le quattro reti di Romualdi. Sull’11-7 la prima accelerazione degna di nota. Nuoro ha in Satta il braccio più affidabile della sua serata: 8 reti, compresa quella del 16-15 che al 47’ riapre la contesa. Decide un parziale di 6-0 nei minuti finali, dal 19-17 al 24-17. Giochi fatti. Vince Cassano Magnago. 

Completeranno la giornata due sfide: una domani, tra Brixen Sudtirol e Leno (h 16:00), e l’altra invece tra Alì-Best Espresso Mestrino e Leno il prossimo 28 ottobre. Per le venete questo sabato resta comunque da incorniciare grazie al passaggio del turno in European Cup e l’accesso al Round 3 della competizione.

sabato 17 ottobre
ORA PARTITA RISULTATO MATCH REPORT
h 16:30 Cassano Magnago - Nuoro 24-17 Download PDF
h 16:30 Guerriere Malo - AC Life Style Erice 25-29 Download PDF 
h 18:30 Jomi Salerno - Mechanic System Oderzo 20-25 Download PDF 
h 20:00 Cellini Padova - Cassa Rurale Pontinia 24-28 Download PDF
domenica 18 ottobre
h 17:00 Brixen Südtirol - Santarelli Cingoli    
mercoledì 28 ottobre
h 21:30 Alì-Best Espresso Mestrino - Leno - -

La classifica aggiornata: 

Mechanic System Oderzo 10 pti, Jomi Salerno 8, Brixen Sudtirol 7*, AC Life Style Erice 7, Alì-Best Espresso Mestrino 6*, Cassano Magnago 4, Guerriere Malo 4, Cassa Rurale Pontinia 3, Ariosto Ferrara 3, Leno 2*, Cellini Padova 1, Nuoro 1, Santarelli Cingoli 0*
*una partita in meno

(foto: Mario Gherlenda)