Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità, contenuti e servizi più vicini ai tuoi gusti e interessi. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate. Per per saperne di più fai clic qui.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/brzic-attacco-sassari-2021.jpeg

Per Sassari tutto aperto in European Cup: al Pala Santoru il Dudelange vince di misura il primo atto

Coppe Europee

Un 24-23 (p.t. 13-13) che lascia tutto aperto. Nulla è perduto per la Raimond Sassari dopo la sconfitta maturata questa sera (venerdì) al Pala Santoru per mano dei lussemburghesi del Dudelange nell’andata del primo turno di European Cup. Anzi, per i sardi è quantomai prezioso il -1 siglato da Allan Pereira a tempo scaduto dalla linea dei sette metri, gol importante per mitigare il momentaneo 24-22 trovato dagli ospiti con Zekan dalla distanza. 

Domani, ancora alle 19:30, la sfida decisiva. Nel match di ritorno, sempre al Pala Santoru, si ripartirà dalla rete di vantaggio per il Dudelange che costringerà i sardi a vincere con almeno due gol di scarto o anche solo di misura, a patto però di subire meno delle 23 reti siglate oggi agli avversari. 

LA PARTITA. Sblocca Brzic dopo 37’’, ma allo scoccare del secondo minuto il Dudelange ha già ribaltato il risultato (2-1). La partita è un continuo botta e risposta. Dudelange avanti fino al quarto d’ora. Poi il 7-7 di Bardi e il vantaggio firmato Nardin al 21’ su ribattuta raccolta dopo l’errore di Halilkovic. Si va avanti così fino alla fine, con Pereira che illude gli isolani di poter chiudere in vantaggio il primo tempo (13-12) e con Hippert che sulla sirena inventa un gol praticamente da centrocampo, in doppio appoggio, per pareggiare.

Nella ripresa il peggior momento di Sassari col 19-15 di Zekan, massimo divario nel corso della partita. La faccenda si complica perché nel frattempo il cronometro corre: 21-17 dopo 47’ e ancora Dudelange in vantaggio sul 23-19 al 50’. Nel mezzo non mancheranno gli acuti dell’italiano Francesco Volpi, a segno in cinque occasioni. Negli ultimi dieci giri di lancette, però, segna praticamente solo Sassari: -3 di Nardin – miglior marcatore dei suoi con otto reti – e subito dopo ancora il -2 di Bronzo. La riapre del tutto Brzic (23-22) in penetrazione a uno e mezzo dal termine. Il tocco di Spanu sul tiro laterale di Zakan non basta ad evitare il 24-22 ridotto dal penalty di Pereira a tempo scaduto.

Da qui si riparte. Un gol. Praticamente nulla. Domani, alle 19:30 al Pala Santoru, la sfida decisiva per un unico posto nel secondo turno della European Cup.

Giorno Ora Fase Partita Risultato Match Report
17 settembre h 19:30 R1 (andata) Dudelange - Raimond Sassari 24-23 Download PDF
18 settembre h 19:30 R1 (ritorno) Raimond Sassari - Dudelange    

(foto: Claudio Atzori)