Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità, contenuti e servizi più vicini ai tuoi gusti e interessi. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate. Per per saperne di più fai clic qui.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/editor/la_peccerella.jpg

Dal Territorio – Segnali di ripresa dall’Area. Ottimista Carlo La Peccerella. “I club stanno dando il massimo”

Serie B Maschile

“Un importante risultato che ci fa ben sperare per il futuro”. E’ così che Carlo La Peccerella responsabile dell’Area 7 che comprende le regioni di Campania, Lazio e Molise, commenta la composizione dei gironi di serie B e che, per la sua area, prevede un girone a sei squadre: Hand Roma, Capua, Sannio, New Handball Capua, Gaeta.

“E’ un risultato veramente importante – commenta La Peccerella – perché considerando il periodo che abbiamo vissuto e che stiamo continuando a vivere  non era assolutamente scontato. Ma invece le società si sono rimboccate le maniche e siamo riusciti ad organizzare un girone con 6 squadre e per questo le voglio ringraziare pubblicamente tutte per quanto hanno fatto”.

Anche da un punto di vista giovanile l’Area 7 sarà presente in tutti i campionati.

“Si questo lo posso assicurare – continua – organizzeremo i campionati per tutte le categorie maschili e femminili. Anche in questo caso non è stato assolutamente facile anzi forse ancora più complicato poiché chi ha subito maggiormente le conseguenze della pandemia è stata proprio l’attività giovanile. Ed ancora ci sono notevoli difficoltà per organizzare l’attività promozionale poiché ancora ci sono notevoli difficoltà a fare ingresso nelle scuole. Ma anche in questo caso le società con grande passione stanno piani piano riorganizzandosi e ripartendo”.

Quindi una stagione quella che sta per iniziare per l’Area 7 che si preannuncia all’insegna dell’ottimismo.

“Direi proprio di si – conclude Carlo La Peccerella – certo si può fare sempre meglio. Ma i segnali che ci arrivano sono quelli di chi vuole buttarsi alle spalle questo brutto periodo e guardare solo avanti per costruire.”

(Foto Carlo La Peccerella)