Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità, contenuti e servizi più vicini ai tuoi gusti e interessi. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate. Per per saperne di più fai clic qui.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/editor/foto_aretusa_Under_20.jpg

Dal Territorio - L’Aretusa guarda al futuro.

Campionati Giovanili

Seminare oggi per raccogliere domani. E' quanto sta programmando l'Aretusa Siracusa che sarà una delle poche società di Serie B a partecipare al campionato di Under 20 Youth League nazionale. Il perché di questa impegnativa ma entusiasmante scelta lo spiega il presidente Placido Villari.

 “Abbiamo ritenuto che anche a fronte di un impegno finanziario non indifferente per una piccola società come la nostra, la partecipazione all'Under 20 nazionale sia una importante opportunità di crescita per i nostri ragazzi – spiega – infatti il gruppo di atleti che partecipa alla serie B allenata da Andrea Izzi coadiuvato da Enzo Augello è composto sia da Under 20 che Under 17 e giocare con quadre del nostro concentramento e Conversano e Lanzara significa far fare loro una importante esperienza. Per non considerare per adesso che gli altri due concentramenti saranno con squadre del Nord e quindi ancora una importante ulteriore possibilità di crescita per i nostri ragazzi”.

Un investimento che quindi fa pensare che punterete alla vittoria del campionato di serie B.

“Diciamo che puntiamo a far crescere i nostri giovani e quindi se programmi ed investi i risultati positivi sono una conseguenza”.

Considerando che è sicuro che parteciperete oltre alla Under 20 Nazionale anche alla Under 17 sarete presenti anche nelle altre categorie giovanili?

“Abbiamo iniziato da pochi giorni l'attività delle categorie sia Under 13 che Under 15 – continua - di cui se ne occuperà il professore Roberto Giuffrida e che per noi significa la sicurezza di aver affidato i nostri giovanissimi in mani sicure. Ma non ci fermiamo qui. Augurandoci che il prima possibile ritorneremo in  zona “Bianca”, abbiamo già previsto un programma di attività nelle scuole che da sempre rappresenta il serbatoio naturale per l'attività giovanile. Insomma noi stiamo mettendo in campo una serie di attività su tutti i fronti. Non abbiamo premura di raccogliere i frutti immediatamente ma siamo sicuri che arriveranno”.

(Foto Aretusa)