Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità, contenuti e servizi più vicini ai tuoi gusti e interessi. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate. Per per saperne di più fai clic qui.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/editor/cus-sassari-serie-b.jpg

Dal Territorio – Serie B Area 10, comanda il Cus Sassari

Dal Territorio - Area 10

Il campionato di Serie B di “Area 10” procede speditamente. In testa alla classifica il CUS Sassari, capace di sconfiggere la propria under 19, oltre alla giovanile del Verdeazzurro, per un torneo partito nonostante le indubbie difficoltà dovute all’emergenza sanitaria.

Protagonista della stagione il capitano dei sassaresi Giuseppe Secchi che, seppur molto giovane, ha già una discreta esperienza all’interno della società. “Ho iniziato a giocare ormai dieci stagioni fa, all’età di 12 anni, e a parte qualche esperienza ho sempre vestito i colori rossoblù” dice il giocatore.

Ora l’esperienza in Serie B e la vetta della graduatoria. “È un campionato strano – dice Giuseppe – perché con questa formula non è semplice entrare nell’ottica di una vera stagione e non puoi permetterti passi falsi. Chiaramente in questo periodo non si può auspicare a qualcosa di diverso e noi rispondiamo presente ad ogni partita, entrando in campo per vincere”.

Un ruolino di marcia fino ad ora perfetto quello dei rosso-blu, con tre successi in altrettante partite ed una crescita costante dei più giovani anche per merito della vicinanza con la Raimond. “Alcuni ragazzi hanno la possibilità di allenarsi anche con la prima squadra, una buona opportunità per misurarsi con alcuni dei migliori giocatori in Italia, svolgendo anche tre o quattro sedute al giorno tra palestra e campo”.

Sassari e la Raimond,si confermano dunque un’eccellenza della pallamano in Sardegna e anche la seconda squadra sta ben figurando a livello locale. “Puntiamo sempre a migliorare – conclude Secchi – e poi vedremo cosa succede. La società ci è vicina e prenderemo con serenità ogni decisione”.