Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità, contenuti e servizi più vicini ai tuoi gusti e interessi. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate. Per per saperne di più fai clic qui.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/editor/mura-sassari-2021.jpg

Dal Territorio - Missione compiuta. La Raimond Sassari U19 stacca il pass per Chieti

Dal Territorio - Area 10

Il campionato di Serie B Area 10 volge al termine e la Raimond Sassari è già qualificata alle finali nazionali under 19, avendo conquistato cinque punti nel torneo, sorprendendo così i concittadini del Verdeazzurro.

Trascinatore del giovane gruppo il capitano Antonio Mura che presto volerà a Chieti. “Gioco a pallamano da quando ho 11 anni, inizialmente era per divertirmi con i miei amici, poi col passare degli anni è diventata una passione. Si è creato un gruppo sempre più legato, sia dentro che fuori dal campo che mi ha spinto ad allenarmi con costanza”.

L’emergenza covid ha rivoluzionato lo svolgimento del calendario ma i tattaresos si sono ben comportati. “È stata una stagione particolare – dice Mura - sia perché è stata molto breve, sia perché era da tanto che non giocavamo a livello agonistico. Grazie ai nostri allenatori, Pittorru e Brzic, siamo riusciti a scendere in campo sempre concentrati e determinati a portare a casa la vittoria”.

Ora le finali nazionali e un’esperienza di crescita importante per un gruppo di ragazzi che pian piano stanno raccogliendo l’eredità della Raimond, seconda nella Serie A Beretta alle spalle del già campione Conversano. “In queste Finali Nazionali cercheremo di dare il massimo. Ci siamo allenati molto, sappiamo bene che troveremo avversari tosti, ma siamo pronti a metterci in gioco. Purtroppo fino ad oggi abbiamo fatto solo un’esperienza interregionale, nel 2019, sappiamo però che faremo di tutto per mettere a frutto i nostri sacrifici.”